Il sito utilizza i cookie per offrire un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.

Attività Professionalizzante Individualizzata Modulare

E' un'attività formativa rivolta a giovani con disabilità medio–lieve di tipo fisico, psichico, relazionale, sensoriale in grado di fruire di un percorso di integrazione socio–lavorativa anche in funzione dell'esercizio del Diritto-Dovere all’Istruzione-Formazione.

 

Durata: intervento standard annuale 700 ore, da definire secondo progetto individuale. Frequentabile per un massimo di 2100 ore.

 

Sono richiesti un buon livello di autonomia personale, livelli di maturità, generale, capacità di socializzazione e apprendimento.

 

Elementi metodologici e di contenuto:

  • Un lavoro di accoglienza e orientamento della persona realizzato soprattutto nel primo anno di attività, ma mantenuto anche nei successivi, come costante intervento sulla motivazione e la consapevolezza del percorso

  • L'utilizzo graduale dei contesti lavorativi come "luoghi di apprendimento dal vero e dal concreto" di competenze professionali e relazionali trasferibili (metodologia dell'alternanza aula-lavoro)

  • Un forte intervento formativoleducativo generale nelle aree dell'autonomia e della socializzazione, finalizzato alla crescita generale della persona ed a integrare gli apprendimenti realizzati in situazione lavorativa

  • La massima individualizzazione dei percorsi, con definizione di obiettivi, tempi, e programmi adeguati alle caratteristiche di ognuno, e con la possibilità di uscita dal percorso per accedere ad un altro al termine di ogni annualità

  • Una forte flessibilità organizzativa dell'intervento, capace di adeguare orari ed attività in funzione delle necessità degli allievi, singoli e per piccoli gruppi

  • La polisettorialità

 

Caratteristiche del percorso formativo

  • Formazione di gruppi omogenei

  • Attività di orientamento

  • Costruzione di un progetto individualizzato

  • Centralità della metodologia dell'alternanza aula-lavoro

 

Finalità generali:

Formazione complessiva dei ragazzo disabile e del suo avvicinamento progressivo all'esercizio di un ruolo lavorativo, favorendo la crescita generale della persona, dei suoi livelli di autonomia personale e sociale, di maturità affettiva e relazionale e fornendo capacità operative e sviluppando competenze spendibili nel mondo dei lavoro

Finalizzazione dell'intervento, al termine del percorso e secondo il progetto individuale, all'inserimento lavorativo attraverso i diversi servizi presenti sul territorio

Il percorso di Attività Professionalizzante individualizzata Modulare può prevedere la forma integrata tra Istituti Scolastici e la Fondazione CIF Formazione.

 

Attività per l’Integrazione Socio Lavorativa

L'Attività per l’Integrazione Socio Lavorativa è rivolta a giovani con disabilità medio–grave di tipo fisico, psichico relazionale, sensoriale in grado di fruire di un percorso di integrazione socio-lavorativa anche in funzione dell'esercizio del Diritto-Dovere all'Istruzione-Formazione.

 

Gli allievi possono essere ancora sprovvisti dei requisiti di maturità ed autonomia necessari all'accesso alle attività di formazione professionale, ma possedere le potenzialità per acquisirli nell’arco di un triennio.

 

Durata: intervento standard annuale 700 ore, da definire secondo progetto individuale. Frequentabile per un massimo di 2100 ore.

 

Elementi metodologici e di contenuto:

 

  • il lavoro sulle autonomie personali e sociali, le competenze relazionali e, in generale, tutto ciò che è attinente all'area della socializzazione

  • il lavoro capillare con la famiglia del ragazzo, per aiutarla ad elaborare la necessità di autonomia dei figlio e ad accettarne la crescita

  • l'attenzione costante allo sviluppo delle capacità della persona e dei suo livello di maturità generale

  • un primo orientamento al lavoro (per i ragazzi che possono) attraverso laboratori e stage di gruppo in situazioni protette (associazioni, ecc.)

  • il lavoro per rendere adeguati ai vari contesti i comportamenti dei ragazzi

  • la massima flessibilità organizzativa,

  • Gli obiettivi dei corso vengono ridefiniti sulla base delle capacità degli allievi.

 

Le finalità generali sono riconducibili a due macro-finalità:

 

  • compiere un percorso evolutivo utile all'accesso ali' attività specializzata (ai sensi della L.R. 19/94) o ad altri percorsi formativi

  • attivare un percorso più generale di crescita dell'autonomia e delle capacità di socializzazione della persona.

 

Il percorso di attività per l'integrazione socio - lavorativa può prevedere la forma integrata tra Istituti Scolastici e la Fondazione CIF Formazione.

 

 

 

 

 

f t g